mistraki - un rifugio dove il tempo si è fermato.....

Un tranquilla, borgo rurale ha una bella piazza, sentieri di ciottoli, pozzo d'acqua, alberi di agrumi e una piccola chiesa. Le case sono oltre un centinaio di anni, costruiti in solida pietra da immigrati Arcadian, poco dopo la rivoluzione greca del XIX secolo.

Gli sviluppi tecnologici hanno avuto un impatto po 'qui. L'agricoltura è di vitale importanza, in particolare la coltivazione delle olive per la produzione di classe mondiale di olio d'oliva.  Non esistono, bar o il turismo di intrattenimento, solo chiacchiere di cicale e il bray asino occasionali.

Mistraki 1816
Mystraki history
Spring in Mistraki
Villa Karinyon private villa
Mistraki citrus trees
Fotinis stone house Mystraki
Mistraki traditional hamlet
Villa Karinyon in winter

nelle vicinanze

Villaggi vicini, e Homatero Falanthi sono 4 km di distanza, una bella passeggiata o un giro in bicicletta tra uliveti e aranceti. Homatero, dove residenti locali passano il loro tempo godendo di una partita di backgammon, vorticoso rosario o discutendo avidamente i loro raccolti, religione e politica. Falanthi dispone un'accogliente taverna che serve piatti della cucina tradizionale, preparata di fresco e prezzi ragionevoli.

Un po 'più avanti (7 km), sono i villaggi di Nea Koroni e Harakopio. Entrambi hanno una taverna, caffetteria, panetteria, supermercato, farmacia e altri piccoli negozi.  Da entrambi i villaggi, c'è un regolare servizio di autobus di Kalamata, Koroni e Finikounda.

A distanza di 10km sono popolari località balneari Koroni e Finikounda.  Qui troverete banche, negozi, taverne di pesce fresco, ristoranti, bar e una selezione più ampia di altre strutture turistiche e di intrattenimento.

Anthi and neighbour
Nikos's house
Anthis stone house Mistraki
Falanthi taverna near Mistraki
Mistraki Icons
Mystraki church
Ag Theodore ancient church
Mistraki stone well

storia antica

Mystraki è classificato come un insediamento tradizionale di interesse storico dal ministero greco della cultura.  Il nome è probabilmente di origine bizantina perché quando tradotto significa piccolo Mystra e suona simile a Mystras, più grande e meglio noto villagio conosciuta di Mystras a Sparti.

Nelle vicinanze si trova un antico monastero e la chiesa bizantina (San Teodoro); costruito durante i secoli XII e XIII su un sito di un antico tempio greco.  La chiesa è ricoperta di immagini sacre, icone e affreschi bizantini; identiche a quelle a Mistras in Sparti, raffiguranti la vita di Cristo, la Vergine Maria e i Santi. Alcune tombe sono stati recentemente scoperti risalente al periodo miceneo. Accesso alle tombe è attualmente proibito dalle autorità greche.